Ultime news

Archivio News
11.03.2024:
Ultima settimana di febbraio
04.03.2024:
Incidente durante lavori boschivi
23.02.2024:
Qualche interventi in dettaglio
12.02.2024:
Anche gennaio termina con numerosi interventi
31.01.2024:
Caduta tragica dalla seggiovia
19.01.2024:
Intervento notturno straordinario
15.01.2024:
Interventi sulle piste da sci
18.12.2023:
Iniziata la stagione invernale
16.11.2023:
Fine stagione
16.10.2023:
Interventi di ottobre
04.10.2023:
Interventi dell'ultima settimana
24.09.2023:
Riepilogo degli interventi
18.09.2023:
Incidenti in parapendio
11.09.2023:
Riepilogo degli interventi
05.09.2023:
Interventi dell'ultima settimana
28.08.2023:
Ferragosto di fuoco
21.08.2023:
Interventi alpinistici
14.08.2023:
Riassunto degli ultimi interventi
07.08.2023:
Ultima settimana di luglio
31.07.2023:
Interventi effettuati
26.07.2023:
Riassunto delle ultime due settimane
07.07.2023:
Numerosi incidenti in bici
30.06.2023:
Riassunto degli interventi
23.06.2023:
Stagione estiva in pieno corso
19.05.2023:
Interventi dell'ultima settimana
12.04.2023:
Interventi a fine stagione
03.04.2023:
Riassunto degli interventi
27.03.2023:
Oltre 500 interventi effettuati
20.03.2023:
Interventi dell'ultima settimana
06.03.2023:
Riepilogo degli interventi
27.02.2023:
Alta stagione per gli elisoccorritori
20.02.2023:
Interventi della settimana scorsa
15.02.2023:
Altra vittima in valanga
10.02.2023:
Salvato dopo 20 ore sotto una valanga!
06.02.2023:
Soprattutto interventi sulle piste da sci
31.01.2023:
Riassunto degli interventi a inizio gennaio
11.01.2023:
Numerosi Interventi
21.10.2022:
Di tutto un pò.....
28.09.2022:
Interventi per escursionisti e ciclisti
20.09.2022:
Numerosi interventi
01.09.2022:
Di tutto un pò.......
24.08.2022:
Passata la settimana di Ferragosto
08.08.2022:
Diversi interventi sanitari
04.08.2022:
Incidenti in bici e reazioni allergiche
25.07.2022:
Fine settimana impegnativo
19.07.2022:
Settimana intensa
15.07.2022:
Crollo sulla Marmolada
11.07.2022:
Diversi interventi in montagna
23.06.2022:
Ripreso operatività
Archivio News
Alta stagione per gli elisoccorritori27.02.2023
Il 13 febbraio il primo allertamento è giunto già la mattina presto da S.Cristina, dove un uomo ha subito un trauma cranico e alla gamba; il giovane è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone. Verso mezzogiorno l’elicottero rosso dell’Aiut Alpin ha prestato soccorso a un ragazzino caduto nello snowpark di Colfosco, il bambino è stato elitrasportato a Bolzano con un trauma alla colonna. Poco dopo la prossima chiamata dall’Alpe di Siusi: uno sciatore inglese ha subito una dolorosa lussazione della spalla. Il medico lo ha sedato, successivamente il turista è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone. Verso le ore 21 è stato effettuato un intervento notturno a S.Giacomo sopra Ortisei, il paziente era affetto da un malore indefinito. L'uomo è stato stabilizzato e successivamente elitrasportato a Bolzano.

Il 14 febbraio inizia con un intervento sulla forcella Roa per uno sci alpinista con un trauma al ginocchio; l’uomo è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone. Al primo pomeriggio la Centrale Operativa ha mandato l’equipaggio dell’Aiut Alpin a Colfosco, dove è stata recuperata una 12enne con un trauma alla gamba. Verso le ore 17 al Seceda un giovane con un attacco epilettico necessitava urgentemente di aiuto ; dopo le prime cure da parte del medico è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone.

Il 15 febbraio tutta una serie d’interventi ha impegnato l’Aiut Alpin Dolomites, gran parte sulle piste da sci dei dintorni. A Predraces un uomo con una lussazione della spalla è stato elitrasportato a Brunico. Da li direttamente all’Alpe di Siusi per elitrasportare a Bressanone una sciatrice con una frattura del femore, e un altro intervento al Plan de Gralba, dove l’ambulanza aveva a bordo un paziente con un trauma all’anca. Verso le ore 16 la Centrale Operativa di Belluno ha richiesto l’intervento dell’Aiut Alpin: sulle piste di Arabba uno sciatore ha subito una frattura del femore. Dato che il turista soggiornava a Selva di Val Gardena l’equipaggio ha deciso di elitrasportare l’infortunato all’ospedale di Bressanone. Poco dopo la prossima chiamata, di nuovo da Plan de Gralba, questa volta per una sciatrice 50enne che è stata investita da un altro sciatore subendo un trauma cranico e toracico. La donna è stata elitrasportata a Bolzano. Alle 19.25 è stato richiesto dalla Centrale un intervento secondario, l’Aiut Alpin ha portato a Verona degli organi per un trapianto.

9 interventi sono stati effettuati il 16 febbraio: in prima mattinata l’elicottero è decollato in direzione S.Cristina per un turista polacco 80enne. Purtroppo per il medico non è rimasto altro che constatarne il decesso. Gli altri interventi riguardavano incidenti sulle piste da sci, così per esempio al Col Raiser, dove è stata recuperata una sciatrice con un trauma cranico facciale. Dall’ospedale direttamente sulle piste sotto il Sassolungo per un 15enne con una frattura esposta del braccio; insieme alla madre il ragazzo è stato elitrasportato a Bressanone. Dall’ospedale l’Aiut Alpin è stato dirottato a Corvara, dove attendeva l’ambulanza, a bordo un paziente con problemi cardiocircolatori. Dopo le prime cure da parte del medico l’uomo è stato affidato all’ambulanza per il trasporto all’ospedale, mentre l’elicottero era già atteso dal Soccorso Piste di Cortina per uno sciatore 35enne con un trauma cranico serio. L’uomo londinese soffriva di amnesia acuta ed è stato elitrasportato all’ospedale di Bolzano. Il prossimo intervento è stato effettuato nei pressi del rifugio Comici, dove è stata recuperata una donna con un trauma all’anca. Sulla pista Bioc di Corvara una sciatrice polacca ha subito un trauma agli arti inferiori; dopo la consegna al Pronto Soccorso di Brunico l’Aiut Alpin si è diretto in Val Lunga per un 26enne con un trauma alla colonna. L’ultimo volo della giornata riguardava un trasporto secondario, un paziente è stato portato dall’ospedale di Bressanone all’ospedale di Bolzano, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico.

Anche il 17 febbraio gran parte degli interventi riguardava incidenti in pista, a Colfosco e a La Villa sono stati recuperati 2 sciatori per l’ospedale di Bolzano. Un paziente con un trauma toracico è stato portato in base a Pontives dall’ambulanza e successivamente elitrasportato a Bressanone. E anche questa giornata si è conclusa con un trasporto secondario da Bressanone a Bolzano.

Il 18 febbraio 4 interventi si sono svolti in Val Badia: nei pressi della stazione a monte della cabinovia del Boè un bambino di 8 anni è stato investito da un altro sciatore ed ha riportato oltre a un trauma cranico anche lesioni serie al torace. Sulla pista Gardenaccia uno sciatore serbo ha subito una frattura del femore, poco dopo una 30enne necessitava di aiuto a causa di forti dolori addominali. Al Sas Dla Crusc sono stati recuperati 2 sci alpinisti illesi, che non riuscivano a proseguire. I due sono stati recuperati e portati in salvo con l’ausilio del verricello.Un intervento è stato effettuato all’Alpe di Siusi dove uno sciatore con un trauma alla spalla è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone.

„Solo“ 2 interventi in data 19 febbraio: il primo a Cortina sulla pista Express della Tofana per uno sciatore con un politrauma. La pista ripida non permetteva l’atterraggio dell’elicottero, il ferito è stato recuperato con il verricello. A causa della nebbia non era possibile raggiungere l’ospedale di Belluno, così l’Aiut Alpin Dolomites si è diretto verso Brunico. Il secondo intervento è stato effettuato a San Cassiano al Pralongià, dove uno sciatore a seguito di una caduta presentava forti problemi respiratori; anche lui è stato elitrasportato all’ospedale di Brunico.
* * *
© 2008-2024 TIBIWEB - News management system designed & produced by Tibiweb Webdesign