Ultime news

Archivio News
11.03.2024:
Ultima settimana di febbraio
04.03.2024:
Incidente durante lavori boschivi
23.02.2024:
Qualche interventi in dettaglio
12.02.2024:
Anche gennaio termina con numerosi interventi
31.01.2024:
Caduta tragica dalla seggiovia
19.01.2024:
Intervento notturno straordinario
15.01.2024:
Interventi sulle piste da sci
18.12.2023:
Iniziata la stagione invernale
16.11.2023:
Fine stagione
16.10.2023:
Interventi di ottobre
04.10.2023:
Interventi dell'ultima settimana
24.09.2023:
Riepilogo degli interventi
18.09.2023:
Incidenti in parapendio
11.09.2023:
Riepilogo degli interventi
05.09.2023:
Interventi dell'ultima settimana
28.08.2023:
Ferragosto di fuoco
21.08.2023:
Interventi alpinistici
14.08.2023:
Riassunto degli ultimi interventi
07.08.2023:
Ultima settimana di luglio
31.07.2023:
Interventi effettuati
26.07.2023:
Riassunto delle ultime due settimane
07.07.2023:
Numerosi incidenti in bici
30.06.2023:
Riassunto degli interventi
23.06.2023:
Stagione estiva in pieno corso
19.05.2023:
Interventi dell'ultima settimana
12.04.2023:
Interventi a fine stagione
03.04.2023:
Riassunto degli interventi
27.03.2023:
Oltre 500 interventi effettuati
20.03.2023:
Interventi dell'ultima settimana
06.03.2023:
Riepilogo degli interventi
27.02.2023:
Alta stagione per gli elisoccorritori
20.02.2023:
Interventi della settimana scorsa
15.02.2023:
Altra vittima in valanga
10.02.2023:
Salvato dopo 20 ore sotto una valanga!
06.02.2023:
Soprattutto interventi sulle piste da sci
31.01.2023:
Riassunto degli interventi a inizio gennaio
11.01.2023:
Numerosi Interventi
21.10.2022:
Di tutto un pò.....
28.09.2022:
Interventi per escursionisti e ciclisti
20.09.2022:
Numerosi interventi
01.09.2022:
Di tutto un pò.......
24.08.2022:
Passata la settimana di Ferragosto
08.08.2022:
Diversi interventi sanitari
04.08.2022:
Incidenti in bici e reazioni allergiche
25.07.2022:
Fine settimana impegnativo
19.07.2022:
Settimana intensa
15.07.2022:
Crollo sulla Marmolada
11.07.2022:
Diversi interventi in montagna
23.06.2022:
Ripreso operatività
Archivio News
Soprattutto interventi sulle piste da sci06.02.2023
Gran parte degli interventi delle ultime settimane riguardavano sciatori infortunati sulle piste del comprensorio Dolomiti Superski, così per esempio a San Cassiano, al Pralongià, sulla Saslong e al Passo Sella.
Ma anche varie emergenze sanitarie hanno impegnato l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites , a Selva di Val Gardena un uomo è stato soccorso con un sospetto ictus e a Corvara un paziente necessitava di aiuto dopo un attacco epilettico.
Il 10 gennaio verso le ore 11.30 l’Aiut Alpin Dolomites è stato allertato per uno sci alpinista travolto da una valanga in Val Chedul; l’uomo è già stato localizzato dai suoi compagni con l’ARTVA. Dopo un primo sorvolo per accertarsi che non potessero staccarsi altre valanghe, l’elicottero ha portato sul luogo dell’incidente unità cinofile, medico rianimatore e soccorritori. Dopo ca. 45 minuti l’infortunato è stato disseppellito sotto 2 metri di neve e subito sono iniziate le prime manovre di reanimazione. Mentre l’ Aiut Alpin Dolomites ha riportato a valle le varie squadre di soccorso, l’uomo è stato elitrasportato d’urgenza all’ospedale di Bolzano dal Pelikan 1, dove purtroppo è deceduto qualche giorno dopo.
Anche il giorno successivo l’Aiut Alpin Dolomites è decollato per un intervento su valanga, questa volta in zona Cinque Torri. Il compito dell’elicottero era in prima linea di portare in quota il Soccorso Alpino di Cortina.
Un intervento insolito si è verificato al Plan de Corones il 14 gennaio: una 19enne è caduta in pista riportando vari traumi e per far atterrare l’elicottero i Carabinieri del Soccorso Piste hanno chiuso la pista. Nonostante ciò uno sciatore ha sfondato la delimitazione e si è schiantato contro il Carabiniere, che a sua volta ha subito un trauma agli arti inferiori. Entrami gli infortunati sono stati elitrasportati all’ospedale di Brunico.
La mattina presto del 17 gennaio l’Aiut Alpin Dolomites è partito già in prima mattinata per soccorrere un 70enne residente a Selva con problemi cardiocircolatori. Poco dopo una donna con scompenso cardiaco è stata soccorsa presso la Baita Ciaulonch; dopo le prime cure da parte del medico la donna è stata affidata all’ambulanza per il trasporto in ospedale, mentre l’Aiut Alpin Dolomites è stato dirottato in direzione Col Alt, dove si è verificato un incidente in pista. La sciatrice infortunata è stata elitrasportata all’ospedale di Brunico con una frattura del femore e un trauma alla spalla.
Al primo pomeriggio un emergenza sanitaria ha portato l’equipaggio a Ortisei, dove un 22enne è stato soccorso e successivamente elitrasportato all’ospedale di Bolzano dopo un attacco epilettico. A Bolzano l’elicottero è rimasto bloccato per un po’ di tempo a causa della fitta nebbia, solo dopo le ore 16 il pilota è riuscito a decollare in direzione della base a Pontives.
Il 18 gennaio ci sono stati nuovamente 3 interventi in pista: a Piccolino uno sciatore ha subito una frattura del femore, in zona traguardo della Saslonch uno sciatore era affetto da problemi cardiocircolatori e a La Villa il medico di base ha richiesto l’intervento dell’elicottero per uno sciatore che l’ambulanza ha portato in ambulatorio. In tutti e 3 casi i pazienti sono stati elitrasportati all’ospedale di Brunico.
Il primo intervento del 19 gennaio riguardava uno sciatore sulla Saslonch con un trauma al ginocchio. Il secondo paziente è stato portato dall’ambulanza della Croce Rossa direttamente in base a Pontives con un malore indefinito. Entrambi i paziente sono stati portati all’ospedale di Bressanone.
Poco dopo un intervento per un emergenza sanitaria a Selva di Val Gardena. Purtroppo il recupero della paziente si è rilevato estremamente difficile a causa delle condizioni anguste dell’abitazione, in modo da allertare anche i Vigili del Fuoco, che con l’ausilio di una scala girevole sono riusciti a portare la paziente all’elicottero da soccorso. La donna è stata elitrasportata all’ospedale di Bolzano .
A Corvara uno sciatore canadese necessitava di aiuto, ha riportato una frattura del femore a seguito di una caduta infelice in posta.


Anche il 20 gennaio è stato caratterizzato soprattutto da infortuni in pista, i pazienti sono stati elitrasportati quasi tutti a Bressanone. In un unico caso è stato necessario volare a Bolzano, dato che è emerso il sospetto di un emorragia celebrale.
Il 21 gennaio l’ambulanza della Croce Rossa ha interrotto nuovamente il trasporto in ospedale fermando in base a Pontives, a bordo un paziente con forte mal di testa. Il medico subito dopo la prima visita ha contattato telefonicamente l’ospedale di Bressanone ed ha ordinato l’immediato ricovero. Sul volo di rientro la Centrale Operativa ha deviato l’Aiut Alpin Dolomites all’Ape di Siusi per un sciatore con un trauma cranico.
Il 22 gennaio l’equipaggio è intervenuto 2 volte di seguito al Col Raiser; in entrambi i casi era per sciatori infortunati, che sono stati elitrasportati a Bolzano.
Verso mezzogiorno l’ambulanza ha portato in base un paziente con problemi di natura sanitaria; anche in questo caso il medico ha ritenuto necessario il trasporto in elicottero per l’ospedale di Bolzano.
Il pomeriggio è giunta una chiamata di soccorso da parte della Centrale Operativa Emergenza (COE) di Trento; una paziente con un sospetto infarto necessitava urgentemente di un medico a Pozza di Fassa. Purtroppo al medico non è rimasto altro che constatare il decesso della donna.
Sempre il 22 gennaio con la macchina di scorta è stato prestato assistenza sanitaria durante le gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino Femminile a Cortina.
* * *
© 2008-2024 TIBIWEB - News management system designed & produced by Tibiweb Webdesign